Cinema David
33028 - Tolmezzo - Udine
Torna all'elenco

Seven sisters



Seven Sisters (What Happened to Monday) dipinge un futuro orwelliano non lontano, popolato da figli unici e regolato da rigide imposizioni governative.
Una legge centrale, varata per arginare la crescita incontrollata della popolazione, permette alle famiglie il concepimento di un solo figlio per nucleo. In questo contesto austero e limitato, sette sorelle gemelle lottano per vivere un'esistenza normale fingendo di essere tutte la stessa persona (una ragazza di nome Karen Settman), e alternandosi nei suoi panni nel mondo esterno per qualche ora a settimana. Alle piccole Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato e Domenica (tutte interpretate da Noomi Rapace), allevate dal nonno, è permesso uscire di casa soltanto nel giorno corrispondente al proprio nome, con il divieto assoluto di rivelare il segreto della loro famiglia. Nascoste per sei giorni a settimana, camuffate nelle ore concesse all'esterno, crescono senz'altra compagnia che quella del nonno e delle sorelle, fino a quando una di loro, Lunedì per l'appunto, non sparisce nel nulla. Toccherà alle altre investigare sulla scomparsa della maggiore, anche se questo significa uscire al di fuori del giorno stabilito.

Regista

Tommy Wirkola

Attori

Noomi Rapace, Willem Dafoe, Glenn Close, Robert Wagner, Marwan Kenzari, Jeppe Beck Laursen, Pål Sverre Valheim Hagen

Durata

124 Minuti

Recensioni


Wirkola si consegna da subito alle capacità degli stunt e di Noomi Rapace: i primi devono rendere memorabili le adrenaliniche sequenze action - da applausi il primo assalto alla casa delle sette sorelle - dove a Rapace è richiesto lo sforzo di impersonare sette ruoli differenti. L'esasperazione semplicistica e stereotipata dei caratteri individuali delle sorelle - Monday è efficiente, Friday nerd, Saturday maliziosa e frivola, Sunday devota - le agevola il compito, ma l'attrice svedese ci mette del suo, regalando una prova maiuscola per fisicità e dedizione alla causa.

Se si prosegue nella visione sino al più scontato degli epiloghi è solo merito della Rapace, che si conferma un corpo cinematografico capace di transitare dalla sensualità alla goffaggine, dalla remissività di un agnellino alla furia omicida di una macchina per uccidere. Interessante, a prescindere dallo sviluppo, lo spunto di partenza: Max Botkin e Kerry Williamson hanno il merito di essere i primi ad affrontare di petto una questione scomoda che riguarda il futuro della specie umana, trasformando ciò che in Cina è attualità in una cupa prospettiva globale.

www.mymovies.it


Trailer



Orari degli spettacoli


Venerdì 15 Dicembre 2017 Ore 20:30
Sabato 16 Dicembre 2017 Ore 20:30